Caricamento Eventi

« All Eventi

26814967_10156045271202328_1335961723782635644_n

Lost Horizons

Evento Navigation

facebook event >
Lost Horizons (UK – indie pop – Bella Union)

LIVE INFO

“Ojalà” è nato dalla passione dalla necessità di Simon Raymonde (Cocteau Twins) e Richie Thomas (Dif Juz) di creare musica, facendo una’opera importante e significativa in dei tempi davvero bui. È il motivo della scelta della parola spagnola “Magari” per il titolo del disco. Non vediamo l’ora di vedere due leggende sul palco del Covo il prossimo 13 aprile!

I Lost Horizons sono la rara visione di due musicisti talentuosi che, per ragioni differenti, sono stati assenti dalle scene per la maggior parte degli ultimi 20 anni. Nonostante ciò, l’album di debutto “Ojalà” è la prova di un rapporto davvero unito attraverso la musica, stabilitosi quando il duo ha collaborato per la prima volta negli Anni Ottanta.

“Ojalà” sfoggia un cast d’eccezione di guest strabilianti: alcuni già protagonisti con l’etichetta Bella Union (Marissa Nadler, Tim Smith dei Midlake, Cameron Neal degli Horsethief), alcuni tra gli artisti preferiti di Simon Raymonde (Liela Moss dei The Duke Spirit e Ghostpoet) o scoperte più recenti (Beth Cannon, Phil McDonnell…). Inoltre, una delle artiste più amate da Raymonde: Karen Peris dei The Innocence Mission, per la prima volta protagonista fuori dalla sua band.

Assieme i Lost Horizons hanno creato un’ora di vera magia, spaziando da sfaccettature soul (“Bones” e “Reckless”) a invocazioni totalmente dream come “She Led Me Away” e “Engine”, il viaggio più lungo dell’intero LP. La deviazione più forte e rumorosa è sicuramente quella di “Life Inside A Paradox”, ma il mood predominante è quello di una forte e profonda malinconia.

Prima di dar vita all’etichetta Bella Union, Simon Raymonde era il bassista dei primi Cocteau Twins – band fondamentale caratterizzata appunto da un’evidente profonda vena malinconica. Ancor prima che la band avesse firmato per 4AD, l’etichetta stava rilasciando i dischi del quartetto Dif Juz, probabilmente la prima vera pietra posata nel post-rock (15 anni prima che diventasse di moda!). Richie Thomas era la loro ancora, il motore del loro flusso creativo. Le due band divennero così amiche e cominciarono a girare il mondo assieme.

“I Dif Juz restano una delle migliori band che io abbia mai visto live e adoro come Richie suona la batteria”, dice Raymonde. “Suona in un modo davvero particolare, tenendo le mani in modo sbagliato. Ha uno stile dub-reggae, con una fantastica anima jazz; la sua batteria è come se stesse prendendo vita!”

Simon e Richie avevano registrato delle demo assieme negli Anni Ottanta, ma successivamente le hanno messe da parte. Poi, hanno collaborato per “Ivy and Neet” – rintracciabile nel secondo album dei This Mortal Coil. Qui, Thomas aggiunse il sassofono al pianoforte improvvisato di Raymonde. Entrambi però trovarono il loro viaggio divergente. Tempo dopo che i Dif Juz si sciolsero, Thomas cominciò a girare con The Jesus And Mary Chain, Moose, Felt e – nei 90s – con i Cocteau Twins. Ma come Thomas ricorda “il lato business della musica era diventato troppo doloroso, l’amore che avevo per lei non era mai ricambiato fino in fondo. Simon però ha la musica nel cuore e nell’anima, è incredibilmente talentuoso e volevo che ricominciasse a suonare. Quindi quando tornò fuori l’idea di suonare assieme mi emozionai un sacco”.

Il duo ha così prenotato 4 giorni in uno studio di East London: Raymonde al pianoforte, Thomas alla batteria e un’idea molto semplice con loro: “Dev’essere divertente, non un obbligo… un’improvvisazione! – spiega Raymonde – E se un disco non esce, poco importa. Quel che importa è recuperare quel sentimento di quando hai 15 anni, quando ti ritrovi a fare musica con i tuoi amici”.

Raymonde ha poi aggiunto il basso e la chitarra con un occasionale tocco elettronico nel suo studio della casa di Brighton, rendendo quelle improvvisazioni delle canzoni; poi, hanno prenotato una seconda sessione da 4 giorni nel triste giorno in cui David Bowie morì. Man mano che le canzoni prendevano forma, Simon cominciò pensare a voci adatte per ognuno di questi brani e, con sua grande sorpresa, tutti accettarono la proposta.

 

AFTERSHOW

tbc

▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬
INFO
▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬

PREZZI

concerto (fino a mezzanotte): 15 euro (+ tessera Hovoc)
dopo mezzanotte: 5 euro (+ tessera Hovoc 17/18 compresa)

PREVENDITE

Le prevendite saranno disponibili solo presso la cassa del Covo Club durante le serate di apertura.

Associazione cult. HOVOC e INFO TESSERAMENTO

L’ingresso è riservato ai soci tesserati HOVOC 17/18.
La tessera ha validità per tutta la stagione 2017/2018 ed è GRATUITA se ritirata e convalidata alla cassa entro mezzanotte

COME RAGGIUNGERCI

Dove siamo > http://covoclub.it/bo/dove-siamo/

Raggiungi il Covo con la linea 20N attiva tutta la notte, per te anche uno sconto, arrivando dopo mezzanotte!
info > http://covoclub.it/bo/dove-siamo/bus-notturno/

SCARICA IL MODULO

Stampa e compila il modulo direttamente da casa per risparmiare tempo alla cassa!

Ricordiamo che sarà comunque sempre possibile compilare la tessera direttamente al Covo.
http://covoclub.it/bo/where/associati

book a table

Dettagli

Data:
aprile 13
Ora:
22:00 - 4:00
Prezzo:
concerto 15 / dopo mezzanotte_5
Tag Evento:
concerto 15 / dopo mezzanotte_5